lunedì 14 marzo 2016

Non andate in quel negozio!

Amici, voglio raccontarvi la mia brutta esperienza. Un mesetto fa sono stata in provincia di Como in un negozio di mobili in stile provenzale/shabby chic per arredare il mio ingresso. Ho passato l'intero pomeriggio a discutere con la proprietaria sfogliando molti cataloghi. Anche se, tornando un passo indietro, al telefono mi era stato detto dalla stessa che nello show-room avevano già tutto quello che stavo cercando per poi verificarsi il contrario. Oltretutto il negozio era privo di riscaldamento e faceva un freddo cane. Ma vabbé, c'é la crisi mi sono detta, si risparmia dove si può. Arrivata sera, dopo aver finalmente trovato qualcosa che facesse al caso mio, ci siamo salutate con la promessa che presto mi avrebbe contattato per il preventivo. Dopo una settimana provo a telefonargli e al suo posto mi risponde un'altra signora assicurandomi che mi avrebbe fatto richiamare al più presto. Finalmente qualche giorno dopo ricevo un'e-mail dove mi chiedeva un incontro in negozio per il sabato successivo. Le rispondo che prima avrei voluto ricevere il tutto anticipato per e-mail, normale prassi di molti altri negozi, visto anche l'importante distanza che ci divide (abito in Svizzera). Sempre per e-mail insiste che sarebbe meglio rivederci di persona così decido di chiamarla per spiegarmi meglio. Ci accordiamo che mi avrebbe inviato il preventivo dopo due giorni perché purtroppo al momento stava ancora aspettando che la ditta fornitrice li trasmetesse i prezzi. Vabbé aspettiamo, ma a questo punto mi chiedo perché volesse vedermi il sabato successivo se l'offerta ancora non era pronta? Passa un'altra settimana e non sento nulla. Chiamo in negozio e guarda caso la signora non c'é ma mi avrebbe richiamato il prima possibile. La stessa cosa si ripete per ben quattro settimane. Finché oggi, stanca e stufa di farmi prendere in giro decido di affrontare la questione una volta per tutte. Telefono in negozio e dopo l'ennesima frase del tipo "in questo momento la signora non c'é, può richiamare più tardi?" (a quanto pare ha deciso di non farsi più trovare), mi sono arrabbiata e quest'ultimo (un collaboratore?) all'improvviso mi dice con voce arrogante e beffarda che non mi avrebbero mai inviato niente per e-mail perché non rientrava nelle loro abitudini per poi appendermi bruscamente il telefono in faccia. Ma vi rendete conto? Questi continuavano a prendersi gioco di me e automaticamente perdere un potenziale cliente solo perché "non rientrava nelle loro abitudini"? Ma dove siamo? Sono stata in ballo un mese aspettando un'e-mail che non arriverà mai e perdipiù questi se ne fragavano altamente quando un piccolo chiarimento avrebbe risolto tutto. Inoltre ho buttato un intero pomeriggio a mangiar freddo, perdere tempo e denaro (in benzina) quando sarei potuta andare benissimo da un'altra parte e magari aver già comandato i mobili. Ho molta rabbia e come avrete notato ho preferito non menzionare il nome del negozio ma se qualcuno, anche solo per curiosità, vorrebbe avere maggiori informazioni contattami in privato. Inoltre se anche a voi sono capitate esperienze del genere lasciatemi un commento quì sotto.
Vi saluto, questa volta, con l'amaro in bocca!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email