venerdì 22 settembre 2017

Trasformazione di un comò

Era da almeno un anno che tenevo sotto controllo negozi di seconda mano, mercatini delle pulci, brocanti, antiquari, annunci online, ... finché finalmente ho trovato ciò che cercavo. Fino adesso usavo da parte al letto un semplice tavolino dove appoggiavo di tutto e di più, mi serviva invece una sorta di comò che lo sostituisse. Il classico comodino non mi andava bene anche perché ho molto spazio a disposizione da sfruttare, quindi non doveva essere ne troppo grande ne troppo piccolo. Quando mi capitava di trovarne uno c'era sempre qualcosa che non andava bene: dimensioni sbagliate o prezzo troppo alto!

Mentre facevo il mio solito giro di negozi, l'ho subito notato. Le misure erano perfette e il prezzo onesto quindi non ho esitato a comprarlo e portarmelo a casa. Avevo talmente tanta voglia di vederlo posizionato in camera che lo stesso giorno l'ho pitturato.

Ecco com'era:


Sopratutto non volevo che mio marito l'avesse visto in queste condizioni. Lo stile rimaneva troppo pesante, decisamente di un'altra epoca. Non avrebbe capito il suo potenziale, così armata di pennello mi sono subito messa al lavoro. Per fortuna tengo sempre in casa una scorta di pittura che può servirmi in casi d'emergenza, come questo appunto...


Man mano che andavo avanti con la trasformazione riuscivo a intravedere tutta la bellezza fino ad ora nascosta. Ancora una volta confermo che i colori sono determinanti per valorizzare gli oggetti.







Soddisfatta del mio lavoro, sono già alla ricerca del secondo comò. Forse ci metterò una settimana, un mese o un anno ma non importa, perché quando lo troverò sono sicura che sarà quello giusto. Se non avrà i cassetti avrà gli sportelli, l'importante che sia della stessa dimensione. Il colore? Sicuramente neutro, magari questa volta opterò per un bianco. È questo che mi piace, non sapere cosa mi riserverà il futuro!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email