martedì 15 novembre 2016

Trasformazione di un mobile

Carissimi, qualche settimana fa ho acquistato un mobile Chippendale degli anni sessanta. Era da tempo che cercavo qualcosa di simile ma purtroppo i prezzi arrivavano fino alle stelle oppure i modelli non mi soddisfavano abbastanza. Finché un giorno ho trovato questo:


La venditrice aveva già passato la prima mano di pittura bianca, sapevo bene che aveva delle grandi potenzialità bastava solo tirargliele fuori perché così sinceramente non rendeva giustizia.

C'é voluto molto lavoro, ho passato diverse ore a carteggiarlo tutto finché ho ottenuto questo risultato:




Mio marito ha insistito di portarlo nella sua falegnameria in modo che potessi lavorare senza preoccuparmi della polvere ne quant'altro. Io all'inizio mi ero intestardita di volere fare il lavoro direttamente a casa ma per fortuna mi ha convinto perché credetemi c'era un nuvolone di polvere.

Il luogo destinato a questa credenza come potrete notare nella prossima foto é sotto un grande quadro astratto con le tonalità del nero e del grigio. L'ultima volta che sono stata a Saint Tropez mi ero preoccupata di acquistare due tonalità diverse di colore Flamant per riprendere appunto il quadro appeso. Una volta finito il decapaggio non ero più convinta di pitturarlo e così avevo chiesto consiglio sul mio profilo instagram. La maggior parte degli utenti mi aveva suggerito di lasciarlo così com'era e in un certo senso é così che ho fatto.


Con la tonalità del grigio appena comprato ho pitturato la parte superiore e quella inferiore lasciando intravedere il bianco almeno in questo modo si lega bene con il resto. È la prima volta che rivisito un mobile così grande, fino ad ora ho "giocato" con piccole cose come ad esempio cornici, mobiletti, ecc... Vi assicuro che il lavoro é ben diverso e sopratutto molto più faticoso ma la soddisfazione é tanta!

In casa ci sono stati degli spostamenti visto il nuovo arrivo, chi mi segue su instagram se ne sarà accorto. Ora mi sono accorta che mi servirebbe un altro tipo di mobile in una parete vicina a questa. Non vi nascondo che mi sono già messa in moto per cercarlo, penso che se vado avanti così mio marito mi molla...

Alla prossima, vi aspetto!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Follow by Email